Biblioteca comunale di Concesio | Autunno – libro del mese agosto 2018
18211
post-template-default,single,single-post,postid-18211,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

07 Ago Autunno – libro del mese agosto 2018

di Ali Smith
Sur, 2018 – 226 pagine

«Ciao, le disse lui. Cosa stai leggendo di bello?» Elisabeth gli mostrò le mani vuote.
«Ti sembra che sto leggendo qualcosa?», disse.
«Bisogna sempre leggere qualcosa, disse lui. Anche quando non stiamo fisicamente leggendo. Altrimenti come facciamo a leggere il mondo? Pensala come una costante.»

Ciao, cosa stai leggendo di bello? È la frase con cui Daniel, centenario ex vicino di casa omosessuale saluta ogni volta  Elisabeth trentaduenne docente di arte a tempo determinato presso una università londinese,  affidatagli saltuariamente dalla madre sin da bambina e con la quale è sbocciata una affinità che esula i confini spazio-temporali. Oggi Daniel giace nel letto di una clinica, in semicoma, ed Elisabeth dopo anni ritorna al paese natale per  vegliarlo e condividere con lui i pochi momenti rimasti. Gli episodi quotidiani della vita di Elisabeth si mescolano ai sogni di Daniel e ai ricordi, fra i quali campeggia la figura affascinante di Pauline Boty, una delle pochissime esponenti femminili della Pop Art britannica, oggetto dell’amore di Daniel e degli studi di Elisabeth.

Sullo sfondo la Gran Bretagna dopo il referendum pro Brexit, un paese in crisi , politicamente diviso e minato dall’intolleranza e dalla paura.

Il testo frammentario che alterna realtà e sogni è l’unica pietra di inciampo che rende talvolta difficoltoso apprezzare sia  la vena poetica che la connotazione politica di critica alle storture di una classe dirigente, che sembra aver smarrito la capacità includente che ha reso ricca la propria cultura .

Per chi… Ha voglia di sentire una voce capace di parlare in maniera straordinariamente diretta alla nostra inquieta contemporaneità.

consigliato da Maria

Abstract: Elisabeth, 32 anni, contratto a progetto presso un’università di Londra, torna nella cittadina di provincia dove abita la madre per stare accanto a un vecchio vicino di casa, Daniel, 101 anni, che sta trascorrendo in uno stato di sonno prolungato quelli che sono forse i suoi ultimi giorni di vita. Attorno ai loro incontri, muti ma carichi di emozione, si agita un paese in crisi, diviso politicamente e minato dall’intolleranza e dalla paura. Primo romanzo di una tetralogia in corso d’opera ispirata alle quattro stagioni, Autunno è costruito come un caleidoscopio di aneddoti, visioni, salti nel tempo: gli episodi quotidiani della vita di Elisabeth si mescolano ai sogni di Daniel e ai ricordi dell’amicizia inconsueta e profonda che lega i due fin dall’infanzia della ragazza – fra i quali campeggia la figura affascinante di Pauline Boty, una delle pochissime esponenti femminili della Pop Art britannica, oggetto dell’amore di Daniel e degli studi di Elisabeth. I reality show sull’antiquariato, le pastoie burocratiche per il rinnovo di un passaporto, le scritte xenofobe sui muri fanno da sfondo a un’appassionata meditazione sull’incontro con il diverso e il potere trasformativo della creatività umana, un romanzo polifonico dalla voce ammaliante, carica di echi letterari (da Dickens a Shakespeare, da Ovidio a Huxley) ma capace di parlare in maniera straordinariamente diretta alla nostra inquieta contemporaneità.

Nessun commento

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.