Biblioteca comunale di Concesio | Frammenti di un insegnamento sconosciuto
17060
post-template-default,single,single-post,postid-17060,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

24 Mar Frammenti di un insegnamento sconosciuto

venerdì 7 aprile ore 20.45 – Biblioteca di Concesio

 a cura di Nadia Marcoli

Isa Milano – Istituto Superiore di Apprendimento

 Una riflessione sulla natura dell’uomo e sul suo possibile sviluppo, commentando il libro “Frammenti di un insegnamento sconosciuto”  di Ouspensky, allievo di Gurdjieff

Una lucida esposizione dell’aspetto pratico dell’insegnamento di Gurdjeff. Un totale approfondimento dei problemi della vita e delle norme più dirette ed elementari per rendere migliore l’esistenza dell’uomo.

Isa Milano

Con gli amici si condividono i sogni, le visioni della vita, i valori. Noi abbiamo scelto di condividere momenti speciali, spesso serate, a volte interi fine settimane, durante i quali raccontiamo oppure mostriamo ad altri quello che abbiamo scoperto di noi, le letture, le danze, i quadri, i film che hanno illuminato un pezzetto della nostra strada di infaticabili ricercatori, tesi al costante miglioramento di sé.

 

Che cosa cerchiamo? Il sapore della vita reale, quella che non si esaurisce nelle frenetiche attività quotidiane: momenti con un gusto diverso, pieno, attimi di presenza, luci abbaglianti nel grigiore di giorni sonnacchiosi.

 

“Luci” che hanno l’aspetto di rassegne cinematografiche, letture sceniche, spettacoli teatrali, conferenze, seminari, mostre, workshop.

 

Eventi in collaborazione con enti pubblici e privati, ideati e organizzati in tutta Italia da un gruppo ormai affiatato che opera da tempo e che da qualche anno si riconosce nell’associazione culturale ISA Milano, fondata nel 2005 con l’obiettivo di promuovere iniziative di carattere sociale e culturale.

 

L’associazione è impegnata nello studio e nella ricerca per il miglioramento della comunicazione e dei rapporti umani.

Il filo conduttore che unisce tutti gli eventi è il desiderio di contribuire a creare le condizioni per l’espressione di una migliore qualità di vita.

Tags:
Nessun commento

Commenta