Biblioteca comunale di Concesio | Libri, musica e film: 5 milioni in prestito su una sola rete
16824
post-template-default,single,single-post,postid-16824,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

28 Dic Libri, musica e film: 5 milioni in prestito su una sola rete

Ogni minuto quattro bresciani entrano in biblioteca per chiedere un documento in prestito. Due milioni e 56mila le richieste complessive soddisfatte l’ anno scorso nelle 221 realtà che aderiscono alla Rbb, fra biblioteche comunali della provincia, fondi particolari, biblioteche speciali (scuole, centri studi, fondazioni, carceri di Canton Mombello e Verziano). Significa, in media, 5.630 prestiti al giorno, 234 all’ ora. Oltre un terzo riguardano minori: un buon segno, ovviamente. Peraltro, quasi l’ 8 per cento del totale rappresenta titoli per bambini dai 0 ai 5 anni, dunque in età prescolare. Segnala l’ attenzione dei genitori. Il prestito, tuttavia, rivela solo parzialmente la frequentazione di una biblioteca: basti pensare agli accessi per la consultazione e l’ uso di inter net, per le iniziative culturali e i giochi di società, gli incontri pubblici e così via. C’ è un dato interessante che indica una nuova tendenza in aumento: la formazione dei gruppi di lettura. Sono 51 quelli attivi in provincia, a cui si aggiungono i 5 della città. L’ anno scorso gli utenti della Rbb sono stati 171mila: il 40 per cento dai 14 anni in giù. Altro dato che testimonia l’ importanza delle biblioteche per gli studenti dell’ obbligo. Per quanto riguarda il Sistema urbano, come si vede dal grafico in alto, i prestiti hanno superato quota 277mila per oltre 21mila utenti. La biblioteca più frequenta ta in cifra assoluta è quella di Concesio. È così da anni. Seguono Chiari, Mazzano, Rovato, Palazzolo, Lonato. Interessante, tuttavia, l’ indice di lettura, vale a dire il rapporto fra prestiti e abitanti. Vince Irma con 6,4, poi viene Valvestino (4,8). Curiosità che confermano l’ importanza sociale della biblioteca (e della lettura) nei piccoli paesi. In media, l’ indice di lettura nel Bresciano è di 1,6 volumi per abitante, con alcune eccellenze significative: Sirmione (4,4), Odolo (3,9), Mazza no (3,4), San Zeno e Concesio (3,2), Cedegolo e Bovezzo.

Nessun commento

Commenta