Biblioteca comunale di Concesio | La Biblioteca vivente
17874
post-template-default,single,single-post,postid-17874,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

11 Mag La Biblioteca vivente

LA A CONCESIO – sabato 26 maggio 2018

Non scaffali di libri di carta, ma libri viventi, persone. La narrazione di storie che hanno incontrato il pregiudizio diventa dialogo. Scarica la locandina (pdf)
Ecco in 3 punti come fare:

  1. Collegati al CATALOGO DEI LIBRI VIVENTI e leggi il titolo e la descrizione
  2. Invia una mail a prestiti@biblioteca.concesio.bs.it o telefona allo 0302751668 per prenotare in anticipo il libro vivente e l’orario in cui vuoi ascoltare la sua storia (ricorda che il racconto dura 25 minuti), oppure vieni direttamente sabato 26 maggio in Biblioteca e guarda i libri viventi disponibili sul pannello nell’area accoglienza.
  3. Qui sotto puoi già vedere le prenotazioni (P=prenotato X=non disponibile) – Massimo 2 prenotazioni a lettore. il giorno 26 sara’ possibile ascoltare altre storie verificando sul tabellone i turni liberi – il libro vivente racconta la sua storia a un solo lettore alla volta!

Cos’è una biblioteca vivente?
Biblioteca Vivente, traduzione italiana del termine Human Library, è un metodo innovativo, semplice e concreto per promuovere il dialogo, ridurre i pregiudizi, rompere gli stereotipi e favorire la comprensione tra persone di diversa età, sesso, stili di vita e background culturale.

Come funziona?
La biblioteca vivente si presenta come una vera biblioteca, con i bibliotecari e un catalogo di titoli da cui scegliere. La differenza sta nel fatto che per leggere i libri non bisogna sfogliare le pagine ma … parlarci, perché i libri sono persone in carne ed ossa! Questi “libri viventi” vengono “presi in prestito” per la conversazione: ogni lettore sceglie il suo libro.

Chi sono i libri viventi?
I libri viventi sono persone consapevoli di appartenere a minoranze soggette a stereotipi e pregiudizi. Desiderosi di scardinarli, essi si rendono disponibili a discutere le proprie esperienze e i propri valori con altri.

La biblioteca vivente offre ai lettori l’opportunità di entrare in contatto con persone con cui difficilmente avrebbero occasione di confrontarsi. L’incontro rende concreta ed unica la persona che si ha davanti, che smette quindi di essere percepita come rappresentante di una categoria sulla base di una generalizzazione, ma viene riconosciuta nella sua unicità, una persona che non rappresenta nessuno se non la propria esperienza e storia.

Quanto dura?
La conversazione, cioè la lettura di un libro vivente, dura circa mezz’ora.

A Concesio la Biblioteca vivente sarà sabato 26 maggio 2018 dalle 10.00 alle 12.30 e dalle 15.00 alle 17.30

La quarta edizione della Biblioteca vivente è organizzata grazie alla collaborazione di ADL a Zavidovici, Alcolisti Anonimi, Associazione Carcere e Territorio, Cooperativa Sociale La Rete, Cooperativa Sociale Mosaico, dell’Associazione Pianeta Viola con il contributo di Zava distributori che offriranno un caffè equosolidale a tutti.

La giornata continuerà con la Festa Finale della Rassegna Libri in movimento, con la Notte degli imbrogli, stand gastronomico e serata di giochi in scatola (e tanto altro…)

Nessun commento

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.