Incontro con Stefano Zamagni - Biblioteca comunale di Concesio
17170
post-template-default,single,single-post,postid-17170,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

28 Apr Incontro con Stefano Zamagni

Stefano Zamagni: (Rimini, 1943) Ex Presidente dell’Agenzia per il terzo settore, è professore ordinario di Economia all’Università di Bologna (Facoltà di Economia), Adjunct Professor of International political economy alla Johns Hopkins University, Bologna Center, e vice direttore della School of Advanced International Studies (SAIS) Europe. Nel 1999 venne ammesso alla New York Academy of Sciences. Già consultore del Pontificio Consiglio della e della Pace, nel 2013 viene nominato membro ordinario della Pontificia Accademia delle Sociali.

Tra i più importanti studiosi del welfare, dal 2001 è Presidente della Commissione Scientifica di AICCON (Associazione Italiana per la promozione della della Cooperazione e del Non Profit) e tra gli ideatori delle Giornate di Bertinoro per l’Economia Civile, un momento di approfondimento e dialogo sul ruolo e le del Terzo Settore in Italia. Ha ottenuto onorificenze e riconoscimenti in tutto il mondo e, nel 2010, gli è stato conferito il Premio Giorgio La Pira per la pace

Autore di numerosissime pubblicazioni, ne ricordiamo alcune tra le più recenti: L’economia del bene comune (Il Mulino, 2007); La cooperazione. Tra mercato e democrazia (Il Mulino 2008), scritto con la moglie Vera Negri; Avariza, la passione dell’avere (Il Mulino, 2009); Impresa responsabile e mercato civile (Il Mulino, 2013); Prudenza (Il Mulino, 2015).

dialoga con Marco Beccalossi, Assessore al Bilancio del Comune di Concesio

Un bimbo che oggi nasce in Congo, o una bambina che nascerà in Europa tra vent’anni, hanno il diritto di porre domande sul nostro modello di sviluppo e sui nostri stili di vita, perché le nostre di oggi stanno già modificando la loro vita, a volte in meglio ma altre in peggio.

L’economia civile, di cui il libro illustra genesi e campi di applicazione, cerca risposte non fuori dall’economia di mercato ma all’insegna di un mercato diverso, «civile» dove le parole , onore, virtù, bene comune, possono essere riscoperte proprio in chiave economica, lasciando spazio ad una prospettiva etica e non puramente individualistica.

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Whatsapp della Biblioteca
Contattaci via WhatsApp