I am not okay with this - Graphic novel per giovani adulti del mese di agosto 2020 - Biblioteca comunale di Concesio
21527
post-template-default,single,single-post,postid-21527,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

06 Ago I am not okay with this – Graphic novel per giovani adulti del mese di agosto 2020

di Charles Forsman
001 Edizioni, 2020 – senza paginazione
Tempo di lettura: 30-40 minuti

«Tutta questa ansia, rabbia, odio che mi sento crescere dentro.»

 

«Di fronte a Dina mi sono trattenuta. Ma poi ho sbottato appena uscita. Mi è uscito fuori tutto.»

[Recensione spoiler free]

Ebbene sì, ho letto il fumetto perché avevo visto l’omonima serie TV su Netflix, infrangendo quella regola non scritta di conoscere prima l’originale e poi la versione cinematografica (sempre che siano state prodotte in quest’ordine). Ma come spesso accade, dato che si tratta di linguaggio scritto vs linguaggio dell’immagine, le due versioni differiscono e non di poco.

Il fumetto apre in anticipo, sul frontespizio, con l”immagine apparentemente casuale di una torretta di avvistamento, per poi passare a mostrarci Sidney, una liceale, costretta a tenere un diario da una consulente scolastica, figura presente nelle scuole americane di supporto agli studenti in vari modi. La pagina è divisa regolarmente in due o quattro spazi, il tratto spoglio e rapido, quasi da vignetta della Settimana Enigmistica.

La ragazza è incredibilmente simile a Olivia di Braccio di Ferro nel suo corpo sgraziato e dai piedi smisurati, molto diversa quindi da Sophia Lillis, la bella protagonista della serie TV dai grandi occhi celesti e dal sorriso perfetto, sensualissima nei suoi tratti delicati e fanciulleschi.

Sidney ci/si racconta, in un ordine a prima vista non cronologico, quello che le passa per la testa, ora descrivendo qualche particolare, ora lasciandosi andare alle emozioni, ora mandando a quel paese il suo diario.

“Non andrà tutto bene” sembra il messaggio che traspare immagine dopo immagine, situazione dopo situazione, tra le frasi brevissime e dal linguaggio spregiudicato che compongono le memorie di un’adolescente impegnata ad affrontare i turbamenti di questa difficile età: il rapporto conflittuale con il proprio corpo, vari problemi familiari, la scoperta della sessualità e delle ingiustizie del mondo.

Da subito emerge però un tema più serio legato al rapporto con il padre, ex militare tornato dall’Iran.

Per chi… è rimasto incuriosito dalla serie tv, ma si è trovato a bocca asciutta dopo la promessa che si trattasse di qualcosa alla Stranger Things, (dato che i produttori delle due serie sono gli stessi). Infatti, sebbene in questa , come nella serie dei fratelli Duffer, ci sia la presenza del paranormale, è – e rimane – la storia di un’adolescenza dolorosa.

consigliato da Valentina

Abstract: Sydney è una ragazza un po’ sbandata, che cerca di gestire l’amore represso per la sua migliore amica e il dolore per la perdita del padre. Deve affrontare i traumi e i problemi di tanti altri ragazzi, ma le pagine del suo diario nascondono un più terribile e insolito segreto. Dopo “The End of the Fucking World”, l’autore crea in questo libro una nuova ironica e tragica eroina.

TAG

Clicca sul bottone per scoprire altri titoli con gli stessi temi

Lettura

Scorrevolezza

60%

Coinvolgimento

85%

Immagini

50%

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.