Momo. Fumetto per ragazzi del mese di ottobre 2020 - Biblioteca comunale di Concesio
22111
post-template-default,single,single-post,postid-22111,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

02 Ott Momo. Fumetto per ragazzi del mese di ottobre 2020

di Jonathan Garnier, ill. da Rony Hotin
, 2020 – senza paginazione
Difficoltà di lettura: dagli 11 anni

Prima di tornare nel mondo dei vivi, forse dovresti far visita ai tuoi fantasmi.

Fanno paura, i fantasmi… Finché non impari a conviverci.

il Barbone

Momo piange. Momo non ha paura di dire la sua. Momo si spaventa quando vede il barbone del paese e scappa. Momo paga con dei soldi disegnati da lei. Momo insegue un gatto e sparisce dalla vista della nonna. Momo è piccola ma indipendente.

E come non potrebbe esserlo, dato che vive con una nonna anzianissima che non riesce a contenere l’esuberanza della nipote, mentre la madre l’ha abbandonata e il padre lavora su un peschereccio che torna a terra una volta ogni tre settimane?

Meno male che il paesino in riva al mare in cui vive non offre grandi pericoli e Momo può girare da sola imbattendosi, al massimo, in bande di adolescenti che tentano di fare i duri o in gruppetti di bambini che giocano con i petardi.

C’è da dire che i maschi sotto una certa età, in questo fumetto, non fanno una grande figura. Mentre il pescivendolo e il barbone, entrambi di mezza età, si distinguono per una contagiosa simpatia, i più giovani appaiono inizialmente poco coraggiosi e leali. Inizialmente.

Perché anche queste figure avranno un’evoluzione all’interno della storia e, se prima appariranno come i classici antagonisti, la prorompente dolcezza di Momo permetterà loro di uscire dagli schemi.

Le figure femminili sono invece da subito positive: Francoise, la ragazzina “grande” costretta a passare l’estate dai nonni che lega subito con Momo, la tenerissima nonna, sempre pronta a perdonare ogni marachella della bambina, la parrucchiera, che si prende cura della piccola in un momento difficile.

Ma il collante di tutti questi personaggi è proprio la bambina, che con il suo carattere estroverso, la sua involontaria ingenuità, la sua capacità di arrangiarsi, catalizza tutti – anche i lettori – verso di lei, regalando un turbine di emozioni.

Complici gli stupendi disegni e colori di Hotin, che rimandano a un mondo di animazione giapponese soprattutto per la caratterizzazione dei personaggi, la lettura di questa graphic novel poetica e divertente fila liscia fino all’ultima pagina.

E se già dalla copertina non avete vi siete commossi per il musetto della piccola Momo, per i suoi occhioni sgranati, lo sguardo preoccupato, i capelli impossibili e le mani strette attorno alla sua tracolla, allora non avete un cuore!

consigliato da Valentina

Abstract: L’indimenticabile fragranza dell’infanzia. Momo è una bambina di 5 anni, vive con la nonna in un piccolo villaggio portuale della Normandia. Di tanto in tanto la bambina va sul ponte per riuscire a vedere la barca del padre, marinaio d’altura obbligato dal lavoro a passare lunghi periodi in mare. Alla morte della nonna il pescivendolo del paese si rifiuta di affidare la piccola ai servizi sociali e si offre di ospitarla a casa sua fino al ritorno del padre. Il tempo degli amici, le scoperte, le piccole sciocchezze, la grande felicità e il dolore. Il tempo anche di una costante meraviglia che a volte vanifica le realtà del mondo degli adulti.

TAG

Clicca sul bottone per scoprire altri titoli con gli stessi temi

Lettura

Scorrevolezza

100%

Coinvolgimento

100%

Immagini

100%

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.