Come ho scritto un libro per caso. Libro per ragazzi del mese di marzo 2021 - Biblioteca comunale di Concesio
23595
post-template-default,single,single-post,postid-23595,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

09 Mar Come ho scritto un libro per caso. Libro per ragazzi del mese di marzo 2021

di Annet Huizing, trad. di Anna Patrucco Becchi
La Nuova Frontiera Junior, 2018 – 155 pagine
Difficoltà di lettura: dai 12 anni

Il talento è innanzitutto la capacità di non farsi abbattere dai dubbi

DAL CHE LIDWIEN REGALA A KATINKA

“Questo è un libro che molti italiani dovrebbero . Così è stato presentato questo volume a un incontro di formazione e aggiornamento sulla letteratura per ragazzi a cui partecipai qualche anno fa. Era tenuto da una nota voce del settore di un’importante biblioteca italiana che tenevo molto a sentire.

La frase sibillina (che mostra il pensiero dell’esperta sugli autori nostrani) può rivolgersi a qualsiasi persona abbia in mente di scrivere , temi, racconti, sceneggiature, serie tv o in generale . Il libro infatti è un vero e proprio manuale di scrittura creativa, reso più interessante dal fatto che i capitoli sono gli narrativi di una ragazzina di 13 anni di nome Katinka.

La protagonista vorrebbe diventare una scrittrice e chiede alla signora che vive di fronte a casa sua, una famosa autrice con all’attivo una ventina di romanzi, di darle lezioni private.

Nello scrivere, per esercitarsi secondo i dettami della vicina di casa, Katinka ci fa entrare nel suo mondo e nella sua vita. Scopriamo che sua madre è morta quando lei era molto piccola, che vive con il padre e il fratellino Kalle, ma soprattutto come hanno conosciuto la nuova fidanzata di e di come questa si stia inserendo a poco a poco nella routine che hanno faticosamente costruito dopo il lutto.

Il libro, seppure non molto alto, si sviluppa su tre piani distinti e interconnessi tra di loro, passando dall’uno all’altro fluidamente, in una storia che è anche il percorso di come sia stata scritta.

Abbiamo i racconti del passato di Katinka, con le storie di come la sua vita è andata avanti senza la mamma; poi troviamo, scritti in neretto, i momenti in cui il capitolo viene preso e corretto da Lidwien. E infine abbiamo i pensieri della giovane aspirante scrittrice che ci parla del suo presente, tra lezioni di scrittura e problemi familiari.

Già a pagina 30 Katinka è un po’ sconfortata da tutte le cose che deve ancora imparare sullo scrivere bene e fa un profondo respiro, mentre il lettore apprende che la scrittura è un vero e proprio mestiere con tante tecniche da imparare ed esercitare con costanza. Non certo una capacità innata.

Quindi, a scrivere bene, si può imparare! Passando da un cliffhanger a uno show don’t tell a come si costruiscono i dialoghi, l’autrice olandese mette in mostra tutta la sua sapienza in fatto di scrittura, regalandoci una storia breve, ben scritta, interessante, avvincente e anche commovente.

Sì, perché Katinka deve risolvere un problema importante per poter andare avanti con la sua vita e sarà proprio la scrittura a far emergere questo bisogno dentro di lei.

Ma anche il papà deve affrontare alcuni problemi per sé e per i suoi ; anche la scrittrice nasconde qualcosa che la trattiene a casa; e anche Dirkje, la fidanzata, deve trovare il suo posto tra i membri della famiglia della protagonista.

Ci riusciranno? Lo scoprirete solo leggendo.

consigliato da Valentina

Abstract: Katinka ha tredici anni e vorrebbe essere una scrittrice. Le storie le si affollano in testa, ma non sa come metterle su carta. Finalmente trova il coraggio di chiedere alla sua vicina di casa, Lidwien, che è un’autrice famosa, di darle lezioni di scrittura. Mentre si occupano del giardino, tagliano l’erba, riordinano, Lidwien suggerisce a Katinka come riuscire a trovare il suo stile, cosa scrivere e cosa non esplicitare… E Katinka comincia a scrivere. Scrive di suo padre, della sua nuova fidanzata, scrive di sé e riesce finalmente a esprimere quanto le manchi la mamma che è morta quando lei aveva solo tre anni. Ed è così che Katinka, imparando a osservare se stessa e gli altri come personaggi di un romanzo, si ritrova per caso ad aver scritto un libro.

TAG

Clicca sul bottone per scoprire altri titoli con gli stessi temi

Lettura

Scorrevolezza

97%

Coinvolgimento

89%

Immagini

82%

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Whatsapp della Biblioteca
Contattaci via WhatsApp