Il corpo. Giallo per ragazzi del mese di aprile 2021 - Biblioteca comunale di Concesio
23643
post-template-default,single,single-post,postid-23643,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

10 Mar Il corpo. Giallo per ragazzi del mese di aprile 2021

di Carol Ellis, trad. di Sandra Grieco
Piemme, – 179 pagine
Difficoltà di : dai 13 anni

Quello che aveva visto era ancora intrappolato dentro di lei. Doveva raccontarlo. Avrebbe trovato un modo, però doveva stare attenta.

DAL PROLOGO

Avete presente quando, in certe situazioni o luoghi, avvertite una forte sensazione negativa? Quando, davanti a una casa sconosciuta in cui state per entrare, il vostro corpo in automatico si blocca? E quando decidete di proseguire, iniziano ad accadere piccoli spiacevoli fatti che vi confermano sempre più che le vostre sensazioni erano giuste?

Ecco. Questo è ciò che succede a Melanie, diciassettenne da poco trasferitasi a Clifton nel Massachussetts, quando si reca per la prima volta a casa Randolph. La ragazza ha risposto a un annuncio di lavoro, in cui si cerca una lettrice per una coetanea rimasta paralizzata a seguito di una misteriosa caduta in un dirupo.

Ma la ragazza decide di non dare ascolto al suo istinto e, sempre osservata dalla gelida governante Georgia Hudson grazie alle telecamere a circuito chiuso, inizia il lavoro di dama di compagnia con Jane Eyre, un classico della letteratura che ha già letto per la scuola.

L’inquietante storia della giovane orfana che deve scoprire il terribile segreto racchiuso tra le mura di Thornfield Hall ha degli inquietanti parallelismi con il mistero che avvolge l’incidente accaduto a Lisa.

La ragazza, incapace di comunicare se non con lo sguardo e con pochi movimenti della mano, inizia a mandare dei segnali a Melanie durante particolari passaggi del romanzo. La studentessa li recepisce, come se fra le due funzionasse una comunicazione telepatica e cerca di ricostruire gli .

Una “trama d’orrore” in cui ogni personaggio sembra avere un movente per far fuori la pupilla di casa Randolph: dal giovane e attraente giardiniere sempre in lite con il ragazzo di Lisa, alla governante che pare avere una relazione con il ricco padre, agli amici che vanno a trovarla, ma che sembrano spalleggiarsi nel voler proteggere un segreto.

Mentre Melanie riceve anonimi messaggi di avvertimento – complice il fatto che i genitori sono lontani per un -, e il clima ritorna umido e nebbioso, inizia a delinearsi il contorno di una storia agghiacciante.

Un thriller per scritto a regola d’arte: breve, angosciante e con un incipit che ti cattura. Non a caso questa storia era già stata edita fra i Junior Mondadori Giallo, una serie degli anni Novanta con buoni titoli scritti da popolari autori per ragazzi, per lo più d’oltreoceano. Talmente vecchia che alcuni di quei romanzi li ha letti la sottoscritta quando frequentava le scuole medie (allora si chiamavano così).

La casa editrice Piemme ha ripreso titoli e autori, ha studiato un nuovo progetto grafico e sta ripubblicando le stesse storie nella sua nuova collana “Giallo e Nero”. (A questo sito dell’editore trovate anche la “Merenda con delitto” un gioco print-and-play a tema investigazione!)

Lo stile semplice e poco descrittivo, con molti momenti di suspence e qualche ingenuo tentativo di sviare il lettore dai ragionamenti sui possibili colpevoli, conduce la lettura una pagina dopo l’altra senza possibilità di interrompersi.

Riuscirà Melanie a decifrare i messaggi di Lisa e scoprire cosa le sia realmente successo prima che sia troppo tardi?

Lo scoprirete solo leggendo.

consigliato da Valentina

Abstract: Melanie è nuova in città e sta cercando un lavoretto estivo, quando trova sul giornale la richiesta di una lettrice affidabile. La proposta sembra perfetta per lei, finché non si ritrova in una grande villa che pare uscita da un romanzo gotico, a leggere per una ragazza paralizzata, Lisa. Mentre scorrono le pagine di “Jane Eyre”, Lisa trova il modo di comunicare a Melanie che qualcosa di sinistro si cela dietro l’incidente che l’ha ridotta, pressoché muta e immobile, sulla carrozzina. Melanie ricostruisce così una «trama d’orrore» da dipanare con cautela per salvare Lisa… e se stessa.

TAG

Clicca sul bottone per scoprire altri titoli con gli stessi temi

Lettura

Scorrevolezza

97%

Coinvolgimento

89%

Immagini

82%

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Whatsapp della Biblioteca
Contattaci via WhatsApp