Lucilla - libro per bambini del mese di maggio 2021 - Biblioteca comunale di Concesio
23691
post-template-default,single,single-post,postid-23691,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

12 Mar Lucilla – libro per bambini del mese di maggio 2021

di Annet Schaap, trad. Anna Patrucco Becchi
La Nuova Frontiera Junior, 2019 – 357 pagine
Difficoltà di : dagli 8 anni

Vattene, bambina, dice la casa. Che ci fai qui? Qui ci abitano dei segreti, segreti oscuri e mostruosi…

La Casa

Tutto inizia con un errore.

Lucilla, sette anni, figlia del guardiano del faro, presa dai suoi e dai suoi pensieri, in una notte di tempesta, si dimentica di accendere il faro (operazione che compie al posto dell’invalido padre alcolizzato) e una nave, per colpa sua, si schianta contro gli scogli.

La pena è severissima (almeno per i nostri tempi): lei dovrà passare sette anni a servizio nella casa dell’ammiraglio, mentre il padre verrà chiuso nel faro fino a che non si farà giustizia.

Dopo pochi capitoli si viene travolti dalla vergogna, dalla paura, dall’ineluttabilità dell’evento. Dall’impotenza di una bambina di fronte alle decisioni dei grandi. Già Lucilla aveva perso la madre, già il padre era caduto in depressione, già a scuola faceva fatica a .

E come se non bastasse, la casa dell’ammiraglio ha una pessima fama: si dice che vi sia nascosto un mostro e per questo nessuno vuole andare a lavorarci.

Proprio come Chihiro, protagonista de “La città incantata”, lungometraggio d’ di Hayao Miyazaki, la bambina è costretta ad affrontare la vita da sola, privandosi della sua infanzia. Ma lungi dal perdersi d’animo, Lucilla si rimbocca le maniche e affronta le sue paure, superando i suoi limiti.

Nella casa del mistero Lucilla troverà, invece che mostri, situazioni molto umane: la governante con un figlio autistico, un taciturno giardiniere, un bambino abbandonato. Un’umanità che si tiene ai margini perché diversa, con il cuore gravato da tante sofferenze, ma anche capace di amare e accogliere come nessun altro.

Lucilla si da da fare nella grande casa trascurata, guadagnandosi la stima e la fiducia dei suoi abitanti, tanto da violare la regola di salire nella torre che domina la baia. Chi si nasconde lassù, che incute timore a tutto il paese?

Dopo l’inizio angosciante, il libro scorre una pagina dopo l’altra immergendosi in una storia popolata da creature misteriose e pirati, marinai sfuggenti e rigide , specchi rotti e divise dagli eventi della vita.

Lucilla passa attraverso queste situazioni ed avventure con determinazione e coraggio, con la voglia di e sentirsi grandi che solo i hanno, in bilico tra la paura di non farcela e la voglia di essere messi alla prova.

Un libro che ha il respiro dei grandi classici della per l’infanzia, da “Il giardino segreto” a “La piccola principessa” a “Il mago di Oz”, con un’eroina meravigliosa che rimane nel cuore di chi la legge.

consigliato da Valentina

Abstract: «Non tutti i bambini sono fatti per imparare. È così, non ci si può far niente.» Lucilla si mette un po’ più dritta. «C’è qualcuno qui in casa che vuole insegnarmelo. A leggere e scrivere.» Le è scappato di bocca e ora spera tanto che la signorina Amalia non dica: «Ah sì? E chi sarebbe?». Ma la risata della signorina Amalia riempie tutto il corridoio. «Oh Emilia… Non metterti certe idee in testa! Al mondo ci sono cavalli e ci sono asini. E un asino non deve cercare di diventare un cavallo, perché alla fine è sempre una delusione.» Si gira e va verso la porta d’ingresso. Lucilla è talmente furiosa che le si annebbiano gli occhi. Vorrebbe prendere la rincorsa per tutto il lungo corridoio e tirare un calcio contro gli stinchi della maestra il più forte possibile, ma è come se il vestito rigido e troppo caldo la trattenesse dal farlo. Probabilmente non è neanche una buona idea. Tutte le sere Lucilla, la figlia del guardiano del faro, sale sessantuno scalini per accendere la luce che avverte le navi di tenersi lontane dagli scogli. Ma in una notte di burrasca Lucilla si rende conto di non avere più zolfanelli, la luce non viene accesa e una nave si schianta contro uno scoglio. Per ripagare i danni, Lucilla dovrà lavorare per sette anni nella casa dell’Ammiraglio, la Casa Nera, dove si dice che viva un mostro. Quel che Lucilla troverà però è più inquietante e più straordinario di quanto chiunque possa immaginare… Lucilla ci trascina in un mondo da fiaba in cui convivono pirati, sirene e artisti bizzarri e ci ritroviamo al suo fianco in una storia che comincia proprio lì dove ha fine la favola della Sirenetta, una storia in cui si lotta con coraggio in nome dell’amicizia, per la libertà e il diritto a essere diversi.

TAG

Clicca sul bottone per scoprire altri titoli con gli stessi temi

Lettura

Scorrevolezza

100%

Coinvolgimento

100%

Immagini

95%

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Whatsapp della Biblioteca
Contattaci via WhatsApp