Lettere d'amore da 0 a 10 - Fumetto per bambini del mese di settembre 2021 - Biblioteca comunale di Concesio
24695
post-template-default,single,single-post,postid-24695,single-format-standard,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

31 Ago Lettere d’amore da 0 a 10 – Fumetto per bambini del mese di settembre 2021

di Thomas Baas, tratto dal romanzo di Susie Morgenstern
Sonda, – 80 pagine
Difficoltà di lettura: dai 9 anni

A cosa pensi, nonna?

Ai miei morti.

I morti sono morti, nonna. Non possono più tornare.

E allora? Non bisogna dimenticarli.

Pensi anche a me, nonna?

Dialogo Tra Ernest e la Nonna

Avete presenti i tornado, i vortici di aria a forma di imbuto detti anche trombe d’aria, che al loro passaggio lasciano un gran caos?

In questa storia non ce ne sono, a meno che non interpretiamo come tali quei simboletti a forma di riccio che appaiono sulle teste di Ernest e di sua nonna dopo il passaggio di Victorie, la nuova compagna di classe e di banco di Ernest.

Nonostante la giovane età, Ernest è un bambino modello, ubbidiente, calmo, rispettoso. Vive con l’anziana nonna e la governante Germaine e i suoi giorni sono tutti uguali, scanditi dai pasti e dalla scuola. La sua casa è spoglia e grigia, i pasti frugali (una , la minestra), le conversazioni sporadiche. In casa mancano la televisione e il telefono (meditate, bambini, meditate).

Victoire invece è sempre sorridente e piena di energia, è indipendente, chiacchierona, sicura di sé e decisa. Vive con altri dodici fratelli, tutti maschi, più i , in un appartamento non distante da casa di Ernest. Ama il buon cibo, le tavolette di cioccolato, ma soprattutto ama le persone e rapportarsi ad esse con spontaneità.

La sua casa è piena dell’amore e del calore di una veramente unita, dove non si giudica, dove ognuno collabora secondo le proprie capacità, dove si condividono gli spazi, dove ognuno può dire la sua. Una famiglia che ha talmente tanto da dare che esce ad abbracciare la solitudine e l’austerità del protagonista e della nonna.

Abituata ad arrangiarsi in tutta una serie di occasioni – tra cui prendersi cura del fratellino di sei mesi – Victorie entra nella vita di Ernest come una sveglia in mezzo agli ultimi sogni del mattino e lo fa destare da un torpore che gli ha impedito di esprimere se stesso e i suoi sentimenti.

Che fine hanno fatto i suoi genitori? Cosa fa la nonna tutto il giorno? Perché non è mai andato a mangiare in un ristorante? Nell’aprirsi a queste domande, il mondo inizia a fare intravvedere ad Ernest delle risposte, nella forma di uno scaffale in un centro commerciale pieno di libri di uno scrittore che porta il suo stesso cognome…

Un fumetto tenero e divertente, con uno humor delicato come i colori ad acquerello che dipingono la cittadina in cui è ambientata la storia. Grigi, rosa e arancioni che ci portano immediatamente in autunno, con le sue luci tenui, le guance arrossate e le foglie che cadono.

Cosa c’entrino poi le lettere d’amore, lo scoprirete solo leggendo.

consigliato da Valentina

Abstract: Ernest ha dieci anni: dieci anni di noia e solitudine, se non fosse per la nonna adorata e Germaine, la governante. Le giornate scorrono grigie e insapori, finché un giorno arriva in classe Victoire che come un tornado, porta con sé una ventata di novità, amore e un pizzico di follia. Con l’aiuto di Victoire, Ernest romperà finalmente il silenzio scrivendo una lettera che darà una svolta alla sua vita.

TAG

Clicca sul bottone per scoprire altri titoli con gli stessi temi

Lettura

Scorrevolezza

100%

Coinvolgimento

90%

Immagini

85%

Nessun commento

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Whatsapp della Biblioteca
Contattaci via WhatsApp